Close

Rimodellamento non chirurgico della silhouette del corpo

Negli ultimi anni lo studio di nuove tecniche per trattare in modo non invasivo le adiposità localizzate finalizzato a una più armonica silhouette dei contorni del corpo ha portato al delinearsi di metodiche alternative alla lipoaspirazione chirurgica.
Mentre quest’ultima è un vero e proprio intervento chirurgico, da eseguire in sala operatoria in presenza dell’anestesista e il cui decorso post-operatorio richiede riposo, cura e adeguate medicazioni compressive (mediante guaine ad hoc), le nuove metodiche sono orientate su trattamenti eseguibili in ambulatorio, che consentano un’immediata ripresa della attività quotidiane.
Nello studio del Dr. Arturi tale obiettivo potrà essere raggiunto con ricorso a tecniche ambulatoriali e di facile realizzazione di seguito brevemente descritte. Le metodiche a disposizione sono numerose e possono essere utilizzate singolarmente o in abbinamento.

 

MC1 (Med Contour 1, Vasershape)

È un sistema basato sul principio fisico di ultrasuoni defocalizzati attraverso un manipolo a contatto con la cute. Le onde meccaniche emesse producono lo scioglimento della membrana delle cellule adipose, con la fuoriuscita del grasso contenuto al loro interno, il quale sarà poi eliminato dall’organismo attraverso il sistema linfatico.
Il riscaldamento che provoca il manipolo sulla pelle è anche responsabile dell’aumento della consistenza, tonicità e compattezza della pelle, nei casi di eccessivo rilassamento cutaneo.
Il trattamento richiede in genere 6-8 sedute, della durata di un’ora circa ciascuna; le zone target sono le cosce, le culottes de cheval, l’addome, i fianchi e le braccia. In genere non viene utilizzato sui glutei.

L’MC1 può essere associato ad altre terapie, per esempio la carbossiterapia.

Carbossiterapia (Carbomed)

A differenza del precedente sistema, la Carbossiterapia sfrutta un principio metabolico: l’iniezione nel grasso sottocutaneo di gas (anidride carbonica) provoca un aumento considerevole dell’ossigenazione (maggiore rilascio di ossigeno) e della vascolarizzazione dei tessuti, aprendo i capillari chiusi.

In questo modo, agisce sensibilmente riducendo la ritenzione idrica (attraverso la riattivazione della circolazione) e la cellulite, compattando il tessuto ed eliminando in modo diretto le cellule di grasso.

Questo trattamento richiede in genere 6-8 sedute (di circa mezz’ora ognuna) e può essere applicato sulla quasi totalità delle aree del corpo che richiedono un aumento dell’ossigenazione.

Acido Desossicolico

Questa metodica innovativa prevede l’infiltrazione diretta nella zona di accumulo adiposo di una sostanza, l’acido desossicolico, di origine naturale presente anche nel nostro corpo, che scioglie chimicamente il grasso, rompendone la membrana delle cellule. Il contenuto rilasciato verrà poi eliminato fisiologicamente dall’organismo. È indicato per piccoli e fastidiosi accumuli localizzati (culottes de cheval, interno ginocchia, grasso sottomentoniero).

In genere sono sufficienti 3-5 infiltrazioni (15-30 min di trattamento a seconda dell’area).

A differenza delle altre metodiche sopra descritte, non agisce sulla lassità della pelle. 

CelluErase

Metodica mini-invasiva di recente introduzione nell’ambito della medicina estetica. In anestesia locale, attraverso l’utilizzo di un apposito mini-bisturi si interrompono i tralci fibrosi responsabili degli infossamenti ed irregolarità tipiche della cellulite (cute “a buccia d’arancia” o “a materasso”).

È indicata anche laddove non sia necessario agire su accumuli di grasso, ma solo ottenere una superficie della pelle più “regolare” senza infossature.

La metodica può richiedere più sessioni se le aree da trattare sono estese.

Ancora dei dubbi?
Non esitare a contattare il Dr. Luciano Arturi.
Via Mail cliccando qui

O fissando un appuntamento al:
Studio Medico privato di chirurgia estetica
Via Giovanni da Verazzano, 46 – Torino
Segretaria: +39 345 9583590